Castellammare del Golfo, il Pdl chiede alla Giunta Coppola di non applicare la Tares

Il gruppo consiliare del PDL di Castellammare del Golfo, interviene sulla volontà della Giunta Coppola, di applicare la nuova tassa in materia di rifiuti e servizi, la TARES. “L’entrata in vigore di questo tributo – secondo il capogrupo Angelo Palmeri – rischia di mettere in ginocchio tutte le aziende del commercio, del turismo e dei servizi e di colpire le famiglie ormai allo stremo, soprattutto quelle numerose. In un momento di crisi che non si vedeva da anni – prosegue il Pdl – non è sostenibile l’ulteriore aumento della pressione fiscale che deriverà dagli enormi incrementi previsti dal passaggio dal sistema basato sulla TARSU alla nuova TARES. La TARES, infatti, è una mazzata per ristoranti, bar, pizzerie, fruttivendoli, pescherie e numerose altre categorie, un duro colpo al cuore del sistema produttivo del nostro Paese. Il PDL chiede quindi con forza di rimanere al sistema TARSU più a lungo possibile o almeno, fino a quando le leggi lo consentiranno. Per il Pdl la salvaguardia dei risparmi dei cittadini è più importante di presunti modelli di equità, soprattutto in un periodo in cui le famiglie non riescono più a far fronte a nessuna spesa e le imprese e le attività commerciali sono sull’orlo della chiusura. Molte amministrazioni virtuose sono al lavoro per mantenere la TARSU, pertanto – prosegue Angelo Palmeri – chiediamo con forza al Sindaco Nicolò Coppola, di intraprendere questa strada, chiedendo un gesto di solidarietà nei confronti dei Castellammaresi che con sempre maggiori difficoltà riescono ad arrivare a fine mese. Il capogruppo del PDL Angelo Palmeri, infine, invita la cittadinanza a partecipare al consiglio comunale previsto per domani alle 18:00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy