Partinico. Rifondazione comunista scrive all’ASP per degrado “Case Bellaroto”

Nonostante siano già trascorsi quasi tre mesi dalla segnalazione al Comune sullo stato di degrado e abbandono dell’area delle “Case Bellaroto” da parte del partito della Rifondazione Comunista, chi di dovere non è ancora intervenuto. Così i rappresentati del circolo Peppino Impastato, ieri hanno deciso di rivolgersi al dirigente dell’ufficio Igiene Pubblica dell’ASP, denunciando da un lato l’inadempienza del sindaco Salvo Lo Biundo, dall’altro lo stato in cui versa l’immobile di proprietà del comune, oramai soggetto anche a continue incursioni vandaliche. La struttura sorge a poca distanza dal complesso edilizio denominato “Partinico Uno” nel quale vivono decine di famiglie, sempre nelle vicinanze si trovano la villa Pino, la scuola materna Rodari, la caserma dei Carabinieri ed altre palazzine di edilizia popolare. Le condizioni di grave degrado strutturale ed ambientale di Case Bellaroto costituiscono –secondo Rifondazione Comunista- un pericolo per la salute dei tanti cittadini che risiedono in questa zona. Ci sono rifiuti di ogni genere, erbacce, ratti e così via. Perciò i Comunisti tornano a chiedere e con urgenza, un intervento di bonifica di “Case Bellaroto” all’amministrazione Lo Biundo, del resto si tratta di una proprietà del Comune

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy