PARTINICO. INCENDIO DOLOSO, PERQUISIZIONI DEI CARABINIERI A PREGIUDICATI

Prosegue la scia di fuoco che caratterizza da mesi le notti partinicesi. In fiamme alle prime luci dell’alba l’opel tigra di L.C.A. , dipendente della società interinale Temporary che presta servizio alla società d’ambito territoriale Palermo 1 nell’ambito della raccolta dei rifiuti solidi urbani. L’allarme ai vigili del fuoco del distaccamento di Partinico è scattato alle 3,30 della notte appena trascorsa. Ad allertare i pompieri i vicini di casa del destinatario del messaggio intimidatorio. L’automobile era parcheggiata in Via Pizzetti, a poche centinaia di metri dalla caserma dei vigili del fuoco, proprio sotto l’abitazione del proprietario che vive al secondo piano di una palazzina. L’uomo, che stava dormendo profondamente, è rimasto ignaro dell’incendio subito fino a quando i carabinieri della locale stazione, intervenuti sul posto, hanno suonato alla sua porta. I pompieri nel frattempo avevano già completato le opere di spegnimento. Secondo i primi rilievi eseguiti, l’automobile, prima di essere data alle fiamme, è stata cosparsa di benzina. Le tracce di liquido infiammabile individuate dai pompieri, infatti, erano molto evidenti. I carabinieri adesso indagano a 360° sull’accaduto. Le prime ipotesi escludono comunque la pista mafiosa. Intanto, i militari dell’arma, proseguono i controlli straordinari del territorio. Nella mattinata di oggi sono state eseguite una decina di perquisizioni domiciliari a carico di pregiudicati e persone sospette alla ricera di armi e droga.

Hide picture Privacy Policy