OSPEDALE PARTINICO. NEONATA MORTA: IL PM PETRIGNI CONVOCA DUE MEDICI

Il pubblico ministero Ennio Petrigni, che si occupa dell’inchiesta sulla morte della piccola Federica Caci, avvenuta al reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale civico di Partinico il 23 dicembre scorso, ha convocato come testimoni, due dei componenti della commissione sul caso dell’ASP 6, Massimo Petronio, direttore del dipartimento materno infantile dell’azienda sanitaria provinciale e Serafino Garda, direttore medico di presidio, per avere dei chiarimenti sulla sospensione dal servizio dei medici Leopoldo Di Cara ed Anita Bertacchi. Infatti la Procura ha iscritto nel registro degli indagati per la morte di Federica, altri tre medici: Pio Ottavio Buscemi, Maria Rosa Gugliotta e Anna Maria Ministeri. Di essi però, solo Buscemi è stato sospeso dal direttore generale dell’ASP Salvatore Cirignotta. Con lui sono destinatari del provvedimento cautelare dell’azienda sanitaria provinciale, Di Cara e Bertacchi, che non sono indagati. L’inchiesta sul decesso di Federica Caci, morta poco dopo essere venuta alla luce con parto cesareo, è stata aperta dopo la denuncia presentata dal padre della neonata, Franco Caci di 44 anni, al commissariato di polizia di Partinico. Intanto il reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale civico, resta ancora chiuso. Il direttore dell’Asp di Palermo, Salvatore Cirignotta ha assicurato “accertamenti rigorosi per evitare il ripetersi di simili episodi”, non escludendo la possibilita’ di ricorrere ad una “riorganizzazione complessiva” del personale.

Hide picture Privacy Policy