CARINI. SESSANTANOVE ABITAZIONI ABUSIVE SEQUESTRATE SUL LUNGOMARE

Sessantanove abitazioni. Piccoli e grandi prefabbricati piazzati sul lungomare, senza alcuna autorizzazione. A Carini i vigili urbani hanno sequestrato un sfilza di case per le vacanze allacciate abusivamente alla reti elettrica e idrica.

I vigili, coordinati dal comandante Marco Venuti, erano andati sul posto per verificare lo stato di alcuni lavori di ristrutturazione.

Sembrava un controlo di routine, ed invece si sono ritrovati davanti un villaggio turistico sorto senza alcuna autorizzazione comunale.

Sono in corso indagini per capire come mai in sede di approvazione di piano regolatore nessuno si sia mai accorto di nulla.

Delle case prefabbricate non c’è traccia neppure nell’elenco di quelle abusive censite dagli uffici comunali.

Nel documento di pianificazione c’era una macchia bianca per descrivere una zona di inedificabilità assoluta compresa tra i 150 metri del mare e i 60 metri dalla sede autostradale.

Invece, è tutto un fiorire di casette che scaricano direttamente a mare.

Una sfilza di case realizzate dopo il 1965 sul lungomare Cristoforo Colombo che devono essere abattute, ma non ci sono soldi per le demolizioni che vanno a rilento.
BLOGSICILIA

Hide picture Privacy Policy