CARINI. ANCORA CATTIVE NOTIZIE PER LA KELLER

E’ allarme rosso alla Keller Elettromeccanica di Villacidro, in Sardegna, per il ritardo da parte del ministero dello Sviluppo economico nella valutazione del piano industriale di rilancio dell’azienda, fermo negli uffici romani dallo scorso 5 luglio in attesa di esame. Dallo stesso piano industriale derivano anche le sorti dello stabilimento di Carini. Se entro gennaio non dovessero arrivare risposte, si aprirebbe uno scenario destinato probabilmente alla serrata della fabbrica e alla perdita di oltre 300 posti di lavoro. “Non stiamo chiedendo soldi pubblici a fondo perduto – hanno detto il direttore generale della Keller Marco Serpi e il direttore operativo Lorenzo Bono – Abbiamo dato come garanzie fidejussorie gli stabilimenti di Villacidro e di Carini, che valgono cinque volte tanto l’anticipazione di sette milioni chiesta agli istituti di credito. Ma il nostro piano industriale rimane fermo al ministero. Così si rischia di vanificare tutto perché l’azienda ha tempi da rispettare nelle consegne delle commesse e con i creditori e non può continuare a perdere tempo prezioso”.

Hide picture Privacy Policy