CASTELLAMMARE DEL GOLFO. SINDACO SCRIVE A PREFETTO PER LAVORI IN VIA FUGARDI

Un intervento immediato della Regione per i lavori di messa in sicurezza del muro perimetrale nei pressi della via Fugardi e via Enrico Toti, in stato di dissesto. Si tratta di lavori urgenti “a tutela della pubblica e privata incolumità”. A chiederlo è il sindaco Marzio Bresciani che, in una nota inviata al Prefetto, al dipartimento regionale di Protezione Civile, nonché all’assessore regionale al Territorio ed Ambiente. Già nel 2008, come sottolinea il sindaco Marzio Bresciani nella missiva, l’amministrazione ha richiesto interventi e finanziamenti e trasmesso il progetto definitivo relativo anche ai lavori in Viale Zangara nella zona Castello. “Perciò -scrive Bresciani- abbiamo richiesto la messa in sicurezza ed il consolidamento sia del costone roccioso su cui si erge il centro storico, sia della via Fugardi”. Il primo cittadino ha sottolineato che lo scorso dicembre “si è verificato un crollo di una porzione della spalla del ponte Castello, con conseguente chiusura al transito, per pedoni e veicoli, dell’unica via di accesso alla zona in cui abitano diverse famiglie e dove è ubicato l’ingresso dell’antico maniero che ospita il museo dell’Artigianato e delle Arti Minori”. Ma anche che “nel mese di ottobre si è verificato un vasto e rilevante smottamento nella zona di via Fugardi con conseguenti danni ad immobili e veicoli”. Nel piano triennale delle opere pubbliche l’amministrazione comunale ha inserito al primo posto delle priorità generali e di settore, la messa in sicurezza del muro di via Fugardi. “Purtroppo il Comune non è in condizioni di realizzare l’intervento programmato e progettato –spiega Marzio Bresciani- a causa del blocco, disposto dalla Regione, dei finanziamenti relativi alle opere pubbliche da realizzare”. La gravità della situazione è stata evidenziata anche in una lettera inviata da un gruppo di cittadini residenti nella zona di via Fugardi che lamentano lo stato di degrado del muro ricordando che “negli anni scorsi si sono verificate due frane, una delle quali ha distrutto parte di un’abitazione sita nella zona sottostante; il costone presenta evidenti cenni di cedimento con profonde ed estese fenditure che, a causa delle incessanti e copiose piogge, continuano ad allargarsi, determinando numerose incrinature e crepacci lungo il suolo stradale e sui muri della abitazioni”. Per questo, nella lettera inviata al Prefetto ed alla Regione, il sindaco Marzio Bresciani ha evidenziato che “neanche l’interdizione al traffico di parte delle strade interessate elimina il pericolo, che deriva soprattutto dallo stato del costone roccioso, che va messo in sicurezza e consolidato, così come il muro di cinta”. Al fine di eliminare il pericolo, poiché si tratta di zone del centro storico e densamente popolate, il sindaco insiste “per un immediato intervento della Regione e degli altri Enti competenti, con le modalità ritenute opportune, compresa la concessione dei finanziamenti ripetutamente richiesti”.

Hide picture Privacy Policy