ARS. ESERCIZIO PROVVISORIO PER 3 MESI

L’Assemblea regionale siciliana, presieduta da Francesco Cascio ha approvato l’esercizio provvisorio, con scadenza al 31 marzo 2011. Quarantadue i voti a favore, 19 i contrari, 3 gli astenuti. E’ stato inoltre approvato, all’unanimità, il ddl che proroga di un anno i contratti di circa 2.500 persone impegnate nei Consorzi di bonifica. Il dibattito in aula è stato continuamente interrotto per le urla dei parlamentari. L’opposizione proponeva a Raffaele Lombardo, presente alla seduta, di approvare il bilancio il prossimo 31 gennaio invece del 31 marzo. Bocciato, fra le proteste dell’opposizione, anche l’emendamento dell’ex assessore al Bilancio, Michele Cimino, di limitare la proroga al 28 febbraio. L’Udc si smarca. “Ci siamo astenuti – spiega il capogruppo Giulia Adamo perché ci sembrano eccessivi i tre mesi di esercizio provvisorio, con il rischio di un ulteriore dannoso slittamento. Abbiamo valutato che la maggioranza c’era e abbiamo voluto dare un segnale concreto del nostro dissenso”. “Tre mesi di esercizio provvisorio e di spesa in dodicesimi determineranno un danno economico e imprenditoriale per la Sicilia ” dichiara invece Salvino Caputo parlamentare regionale del Pdl . ” In questo modo – spiega Caputo – nessuna iniziativa economica o di sviluppo imprenditoriale potrà essere attivata in Sicilia per i prossimi tre mesi . E questa e’ la conseguenza della incapacità del Governo di programmare lo sviluppo della Sicilia. “L’esercizio provvisorio – commenta invece il presidente della regione Raffaele Lombardo – è stato caricato impropriamente di valori politici. Questo voto non è una vittoria del governo, semmai dell’Assemblea. Adesso abbiamo tre mesi per lavorare bene, in attesa delle notizie che aspettiamo da Roma, soprattutto sui fondi Fas”. La prossima seduta si terrà mercoledì 12 gennaio alle 16. All’ordine del giorno interrogazioni e interpellanze della rubrica Agricoltura.

Hide picture Privacy Policy