PUNTA RAISI. INCIDENTE AEREO, SVOLTA NELLE INDAGINI

L’ipotesi di errore umano si fa sempre più concreta nell’inchiesta sull’aereo finito fuori pista a Palermo il 24 settembre scorso. Dalla scatola nera, che registra tutto ciò che avviene sul velivolo, viene fuori un battibecco fra il comandante e il pilota dell’airbus A319 della Wind Jet in volo fra Roma e Palermo.
Secondo le indagini l’angolo di discesa del velivolo sarebbe stato troppo basso. Potrebbe essere questa la causa della lite fra comandante e pilota? I magistrati di Palermo che si stanno occupando delle indagini stanno cercando di appurare proprio questo, proprio nei giorni in cui è tornata di attualità la polemica sull’antenna di rilevamento del wind shear al Falcone-Borsellino. Le divergenze tra il comandante e il pilota sono innegabili perchè registrate dalla scatola nera: il primo rimproverò il secondo. Sui nastri la procura sta svolgendo gli accertamenti, in un inchiesta ancora a carico di ignoti. I pm Carlo Lenzi e Gaetano Paci , coordinati dal procuratore aggiunto Maurizio Scalia, hanno sentito i due piloti e otto passeggeri: a parte i primi due, tutti gli altri hanno sostenuto che quella sera non c’era un vento particolarmente forte e che comunque loro non lo notarono, durante la discesa. L’anomalia sarebbe consistita nell’angolo di discesa: troppo basso, dunque potenzialmente capace di interferire con il corretto atterraggio. Sull’installazione dell’antenna radar ad Isola delle Femmine intanto, la senatrice del Pdl Simona Vicari ha inviato un interrogazione parlamentare per chiedere al Ministero dei Trasporti, l’installazione immediata. “E’ da irresponsabili – dice – privare l’aeroporto di questo strumento”. Dello stesso parere Salvino Caputo, deputato regionale Pdl: “Il riferimento al potenziale danno al diritto alla salute, non accertato, non puo’ certamente comprimere ne’ eliminare il diritto alla sicurezza del passeggero – dice Caputo. Nessuno ci garantisce che l’installazione del radar in un altro luogo potra’ garantire anche la sicurezza dell’aeroporto palermitano”. “E’ inammissibile – afferma invece Francesco Musotto dell’ Mpa – che i principali azionisti dell’aeroporto, nonche’ principali amministratori locali mostrino tanto disinteresse sulla vicenda da non aver mai speso una parola per sostenere la necessita’ improrogabile di installare l’antenna contro il fenomeno atmosferico”

Hide picture Privacy Policy