ISOLA DELLE FEMMINE. RADAR, RINVIATO A LUNEDì L’INCONTRO IN PREFETTURA

Rinviato a lunedì l’incontro in Prefettura tra il presidente dell’Enac Vito Riggio, il sindaco di Isola delle Femmine Gaspare Portobello e il prefetto Giuseppe Caruso per discutere della data di inizio dei lavori per l’istallazione dell’antenna Radar per l’aeroporto di Punta Raisi nel territorio Isolano. Il vertice, previsto per domani, slitta a lunedì per motivi istituzionali del sindaco Portobello che insieme alla popolazione spera ancora. L’antenna contro il fenomeno atmosferico del wind shear sarebbe già arrivata all’aeroporto Falcone e Borsellino, pronta per essere installata nell’ex base nato di Isola delle Femmine. Come detto, i cittadini isolani sperano ancora, sopratutto nel parere della commissione istituita dal presidente della Regione Raffaele Lombardo e presieduta dal deputato del Pd Pino Apprendi, che aveva detto “no” all’installazione del radar e che oggi annuncia: “Lombardo prenderà presto posizione sulla vicenda. Per il resto chiediamo – dice Apprendi – come sia possibile che l’Enac abbia aspettato sette anni prima di rivolgersi all’istituto superiore di Sanità. E ancora: se l’istituto è nel giusto e l’Arpa ha sbagliato, allora chiudiamola e mandiamo a casa i suoi professionisti.” L’ Istituto della sanità infatti aveva dichiarato che l’antenna non è nociva per la popolazione contrastando con il parere negativo della commissione d’inchiesta regionale. La decisione quindi resta appesa ad un filo. Il presidente dell’Enac Vito Riggio è stato chiaro: “se troveremo ancora ostacoli trasferiremo il radar e la relativa sperimentazione a Reggio Calabria”. Contrario all’installazione, Marco Trapanese, componente della commissione regionale Wind shear: “il sito di Isola delle femmine non è ottimale per ragioni tecniche.” L’antenna infatti secondo Trapanese, non coprirebbe tutta la pista lasciando scoperta una parte importante dell’aeroporto. Spinge verso l’installazione invece, il deputato Pdl Giacomo Terranova , componente della commissioni trasporti. “ormai la vera priorità – dice – è garantire la sicurezza nello scalo palermitano.” Intanto contro l’installazione dell’antenna, si mobilitano, associazioni, partiti politici e la società civile di Isola delle Femmine, che annunciano per i prossimi giorni un sit-in di protesta davanti la Prefettura.

Hide picture Privacy Policy