MAFIA. 4 ARRESTI A PALERMO

I carabinieri del Comando Provinciale di Palermo e la Direzione Investigativa Antimafia hanno fermato quattro presunti capimafia dei clan palermitani di Resuttana, Tommaso Natale e Partanna Mondello accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa ed estorsione. Il provvedimento, disposto dalla Dda di Palermo, nasce da un’indagine che ha consentito di individuare i nuovi vertici e l’assetto dei mandamenti mafiosi della città. È Domenico Giordano, 54 anni, uno dei 4 nuovi capi delle cosche palermitane fermati, nella notte, dai carabinieri. A svelarne il nome agli investigatori è stato il fratello Salvatore, arrestato nei mesi scorsi, sempre con l’accusa di associazione mafiosa, dai militari dell’Arma, e da febbraio collaboratore di giustizia. Secondo gli inquirenti il neocapo mafia guiderebbe la cosca di Partanna-Mondello. Gli altri tre capi mafia fermati dai carabinieri, su disposizione dei magistrati della Dda di Palermo, sono Sandro Di Fiore, 33 anni, Gioacchino Intravaia, di 57 anni e Giovanni Sammarco, 51 anni, a capo del mandamento di Resuttana e Tommaso Natale.

Hide picture Privacy Policy