PARTINICO PICCOLA GIAMAICA DELLA SICILIA. SEQUESTATA UN’ALTRA MAXI PIANTAGIONE DI CANNABIS

Partinico si conferma la piccola Giamaica della Sicilia. Un’altra maxi piantagione di capana indiana infatti, è stata scoperta questa mattina dai Carabinieri della locale compagnia . Oltre 3,000 le piantine sequestrate dai militari in contrada Bosco Falconeria, nei pressi della strada statale che collega Alcamo a Partinico. In manette sono finiti due uomini, un imprenditore edile e suo figlio che da tempo coltivavano la passione per il pollice verde. L’accusa è di produzione e detenzione di sostanza stupefacenti. Le piantine di cannabis, alte circa un metro, erano state occultate alle spalle di un casolare rurale, tra i vigneti. I militari hanno trovato tutta l’attrezzatura necessaria per la coltivazione delle piante di stupefacente: paletta, rastrello, zappa concime e sopratutto un efficiente impianto di irrigazione. Dalla piantagione, padre e figlio, avrebbero ricavato la sostanza psicoattiva usando, come è noto, solo alcune parti delle piante ovvero i fiori femminili (per la marijuana) e la loro resina (per l’hashish) per essere poi immesse nel mercato della droga. Un’operazione commerciale illegale che gli avrebbe consentito di incassare per la vendita una cifra di almeno 80,000 euro. Con il sequestro di questa mattina, salgono a 9 le piantagioni scoperte delle forze dell’ordine del nostro comprensorio negli ultimi mesi. E’ nel partinicese che i militari hanno effettuato il maggior numero di sequestri: lo scorso 8 luglio ne furono scoperte 530 in contrada Artale, 1500 ne furono sequestrate a Borgetto in località Platti Sottana lo scorso 26 giugno, 2100 il 21 giugno tra Alcamo e Balestrate, 580 quelle scoperte il 29 marzo all’interno di una abitazione a Partinico. E poi ancora altri sequestri: 450 piantine il 21 giugno a Corleone e 350 in contrada Piano dell’Occhio a Torretta il 10 luglio. Questi i sequestri più rilevanti ai quali si aggiungono altre piccole coltivazione “fatte in case” di minore entità.
Dal mese di marzo, quando furono scoperte le prime piantagioni dell’anno, Carabinieri e Guardia di Finanza hanno sequestrato tra Partinico, Borgetto, Alcamo Corleone e Torretta, oltre 8,000 piantine di cannabis che avrebbero messo in circolazione migliaia e migliaia di euro, almeno 240,000. Una decina in tutto le persone arrestate da marzo a oggi. Si prevedono quindi tempi di crisi per gli spacciatori e per i consumatori che non potranno passare allegre serate in compagnia di “Maria”. Ma l’attività investigativa dei militari continua senza sosta per scoprire in zona eventuali piantagioni ancora non sequestrate.

Hide picture Privacy Policy