GIARDINELLO. SEQUESTRATO CANTIERE EDILE. DENUNCIATO PROPRIETARIO

Sequestrato un cantiere edile a Giardinello, in contrada Tanasso, nei pressi dell’Abbeveratoio comunale. Gli agenti di polizia del commissariato di Partinico, guidato dal vice questore Fabio Giordano, hanno apposto i sigilli per violazioni in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro. Sette gli operai trovati all’interno del cantiere, intenti a realizzare un tetto di una costruzione quasi finita e destinata a deposito. Il cantiere era in possesso di licenza edilizia, ma per lavori inizialmente eseguiti da una ditta di Borgetto, che erano stati sospesi e perciò le attuali opere, erano realizzate senza le previste autorizzazioni di legge in materia di sicurezza sul lavoro. Inoltre, nessuno dei sette operai era in regola con le vigenti normative in tema di collocamento al lavoro e previdenza, ed anche il cantiere era sprovvisto di ogni struttura di sicurezza; infatti, il ponteggio e la scala per accedere ai tetti erano stati costruiti con il legno, e senza nessuna barriera protettiva ai bordi di tutta la struttura. Nessuno degli operai poi, indossava il casco protettivo. La polizia ha denunciato il proprietario del terreno dove stava per essere realizzata la struttura, il deposito abusivo, si tratta di C.F., 34 anni di Giardinello, deferito per violazione delle norme sulla prevenzione degli infortuni negli ambienti di lavoro. Intano sono ancora in corso le indagini per accertare ulteriori violazioni di legge e responsabilità, nel cantiere edile sequestrato ieri pomeriggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy