IL PRESIDENTE LOMBARDO SENTITO SU LIGA

Si è concluso l’interrogatorio del governatore siciliano Raffaele Lombardo sentito dai pm di Palermo sui suoi rapporti con il capomafia palermitano Giuseppe Liga. Il presidente ha risposto ai magistrati per circa un’ora. Lombardo è stato sentito come persona informata sui fatti dal procuratore Francesco Messineo, dall’aggiunto Antonio Ingroia e dal pm della Dda Francesco del Bene. Era stato lo stesso Lombardo a chiedere di essere sentito dai magistrati. Al centro dell’interrogatorio i rapporti tra il governatore e l’architetto Giuseppe Liga, considerato il successore dei boss Lo Piccolo alla guida del mandamento mafioso di San Lorenzo.
Dall’inchiesta che ha portato all’arresto di Liga è emerso che il presunto capomafia, che all’epoca era segretario del Movimento Cristiano Lavoratori, incontrò Lombardo nella sede della Presidenza della Regione prima delle Europee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy