ALCAMO. TRUFFA AGGRAVATA E FALSO IDEOLOGICO, UNA DENUNCIA

Gli era stata sospesa la patente di guida dalle forze dell’ordine, per reati legati allo spaccio di stupefacenti. Così ha pensato di effettuare una denuncia di smarrimento della licenza agli stessi carabinieri. Uno stratagemma che gli ha permesso di ottenere, un documento di guida provvisorio che gli ha permesso di girare di nuovo liberamente con la sua automobile.

I militari della compagnia di Alcamo, verificando i nominativi dei soggetti controllati sul territorio, si sono accorti del caso di omonimia con la persona che, poco tempo prima, avevano denunciato, ed alla quale, erano sicuri, era stata sospesa la patente.

Alcuni controlli incrociati di dati, unitamente ai controlli del territorio effettuati dagli stessi militari quotidianamente, hanno permesso di scoprire che non si trattava di un caso di omonimia ma, della stessa persona che in maniera illegittima, era entrata in possesso di un documento provvisorio di guida.
I Carabinieri di Alcamo così hanno denunciato a piede libero l’ alcamese di 46 anni per il reato di falso ideologico in atto pubblico e truffa aggravata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy