E’ MORTO L’AVVOCATO ENZO FRAGALA’

fragala
L’avvocato Enzo Fragalà, massacrato a bastonate martedì, è morto, dopo essere rimasto tre giorni in coma, nell’ospedale Civico di Palermo. La notizia è stata confermata dai carabinieri.

Enzo Fragalà, noto penalista palermitano, consigliere comunale ed ex deputato del Pdl, è stato aggredito da un uomo col volto coperto da un casco integrale mentre usciva dallo studio, a due passi dal palazzo di giustizia di Palermo.

Al brutale agguato – l’assassino ha usato una mazza di legno – hanno assistito tre testimoni. Solo l’intervento di uno di loro ha messo in fuga il killer che si è accanito sulla vittima con una ferocia inaudita. Immediatamente portato all’ospedale Civico in fin di vita, il penalista è stato operato due volte, ma i medici hanno da subito definito disperate le sue condizioni.

Sul caso indagano i carabinieri del reparto operativo coordinati dai pm Nino Di Matteo e Carlo Lenzi e dall’aggiunto Maurizio Scalia. Il fascicolo, a carico di ignoti, originariamente iscritto per tentativo di omicidio, ipotizza l’omicidio volontario. Finora gli inquirenti hanno seguito la pista professionale puntando su quattro o cinque recenti casi trattati dal legale.

Fragalà era molto noto a Palermo sia per la sua attività professionale, sia per il suo impegno politico. Da sempre vicino alla destra, esponente di primo piano del Msi fino all’inizio degli anni ’90, è stato parlamentare di An dal 2001 al 2006, nella XII, XIII e XIV legislatura. È stato componente della Commissione Giustizia, della Commissione parlamentare d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti, del Comitato parlamentare per i procedimenti d’accusa e della Commissione parlamentare d’inchiesta sul dossier Mitrokhin.

Alle amministrative del maggio del 2007 è risultato primo dei non eletti nelle liste di An al consiglio comunale di Palermo, subentrando il 3 settembre ad Alessandro Aricò nominato assessore. Da penalista è stato protagonista di numerosi e importanti processi, anche di mafia, che si sono svolti a Palermo. Fragalà, che era anche docente della Facoltà di Scienze Politiche a Palermo, era sposato e aveva due figli. Il professionista abitava con la sua famiglia in una delle più belle ville in stile liberty della località balneare di Mondello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy