PIOPPO. MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA E LESIONI A PUBBLICO UFFICIALE, UN ARRESTO – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

PIOPPO. MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA E LESIONI A PUBBLICO UFFICIALE, UN ARRESTO

L’ennesima discussione tra coniugi sfociata in violenza contro la parte più debole, la propria moglie, è stata questa volta interrotta dai Carabinieri di Pioppo, con l’arresto di Diego Greco, 34enne del luogo. I militari hanno posto fine ai maltrattamenti che già da tempo l’uomo metteva a segno contro la moglie.
Tutto è cominciato con minacce ed offese verbali, poi si è passati alle mani. Lo scorso settembre la donna era stata già brutalmente picchiata dal marito, presentando all’arrivo dei Carabinieri un occhio tumefatto e una guancia vistosamente arrossata: ricoverata all’Ospedale Ingrassia di Palermo, le era stato diagnosticato un trauma cranico-facciale che le era costata una prognosi di 7 giorni. Ma la violenza consumata tra le mura di casa, non si era mai arrestata. Maltrattamenti, minacce, ingiurie caratterizzavano casa Greco. Ieri l’ultimo episodio di violenza culminato ancora con delle percosse che hanno costretto la donna ad ulteriori cure mediche in ospedale per una contusione al volto giudicata guaribile, questa volta, in due giorni.
Allertati dai vicini di casa, una pattuglia della Stazione Carabinieri di Pioppo è intervenuta immediatamente sul posto, interrompendo la violenza e intervenendo tra l’uomo e la donna. Ma Diego Greco, si è scagliato anche contro i Carabinieri con calci e pugni. Con non poche difficoltà i militari sono riusciti ad immobilizzarlo ed ammanettarlo.
Anche per Carabinieri di Pioppo, intervenuti e colpiti più volte dall’uomo è stato necessario il ricorso a cure mediche avendo riportato delle contusioni giudicate guaribili dai sanitari in 2 e 5 giorni.
Diego Greco, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e resistenza e lesioni a Pubblico ufficiale è stato arrestato e condotto al Carcere “Ucciardone” di Palermo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.