BORGETTO. RICONOSCIMENTO AI PROGETTISTI DEL MONUMENTO AL CARABINIERE ANTONIO FLERES – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

BORGETTO. RICONOSCIMENTO AI PROGETTISTI DEL MONUMENTO AL CARABINIERE ANTONIO FLERES

Un riconoscimento è stato assegnato ai due finalisti del concorso di idee per la progettazione del monumento ad Antonio Fleres, dai componenti del tavolo tecnico del Comune di Borgetto che si sta occupando dell’intitolazione dell’attuale Piazza Roccia alla memoria del carabiniere borgettano, fucilato dai tedeschi durante la Seconda Guerra Mondiale. Nel corso di un incontro, due targhe sono state consegnate a Gianfranco Ragusano e Claudio La Fata. Gianfranco Ragusano e Lucia Maniscalco, assente all´incontro per un impedimento ma rappresentata dal collaboratore Claudio La Fata, sono i due finalisti del contest lanciato alcune settimane fa sulla pagina Facebook del Comune di Borgetto. Parole di apprezzamento sono state espresse agli artisti dal sindaco di Borgetto, Giuseppe Davì, dal presidente della locale A.U.S.E.R, Salvatore Calabria, e da alcuni componenti del tavolo tecnico che nei prossimi giorni saranno impegnati nella valutazione finale dei due progetti. Gianfranco Ragusano ha redatto ha redatto un progetto che prevede la realizzazione di una scultura a tuttotondo in bronzo che rappresenterebbe la fusione di due elementi: il busto di Fleres e lo stemma della Repubblica alle sue spalle. L’accostamento del simbolo al busto del carabiniere, per il progettista, fungerebbe da incoronamento a eroe nazionale. Nella seconda proposta, ideata da Lucia Maniscalco, la scultura, riprodotta sempre in bronzo, raffigurerebbe la Madonna di Romitello nell’atto di sorreggere sulle ginocchia il corpo esanime di Antonio Fleres. Un accostamento alla pietà di Michelangelo, secondo l’interpretazione dell’artista palermitana, che simboleggerebbe il sacrificio del militare per la Patria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.