BORGETTO. CHIUSO CONTEST PER MONUMENTO A CARABINIERE FLERES E NUOVO LOOK PIAZZA ROCCIA. DUE LE PROPOSTE AL VAGLIO DELLA COMMISSIONE – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

BORGETTO. CHIUSO CONTEST PER MONUMENTO A CARABINIERE FLERES E NUOVO LOOK PIAZZA ROCCIA. DUE LE PROPOSTE AL VAGLIO DELLA COMMISSIONE

Sul profilo Facebook del Comune di Borgetto sono stati pubblicati ieri due progetti relativi al concorso di idee indetto dal locale assessorato alla cultura. Pochi giorni prima della fine di settembre – lo ricordiamo – l´assessore Francesco Davì aveva reso nota la volontà dell´amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Davì, dell’Auser, del consigliere Giuseppe Panettino e altri componenti dell’assemblea cittadina di dedicare l´attuale piazza Roccia alla memoria del carabiniere borgettano Antonio Fleres. E per ridisegnare la parte centrale del luogo gli ideatori avevano fatto appello alla creatività di tanti artisti locali attraverso l´invito lanciato dalle pagine del social network, al momento, più in voga. La partecipazione al contest, che si è chiuso pochi giorni addietro, prevedeva la progettazione di un mezzobusto, una stele o un bassorilievo dedicato al giovane eroe locale, fucilato nel 1944 dai tedeschi per essersi rifiutato di rivelare, dopo la sua cattura, informazioni sulla posizione delle truppe statunitensi, alle prese nel giugno di quell´anno con la liberazione dell´Italia.
Le due proposte, visibili on line sul profilo facebook del Comune, sono state avanzate dal borgettano Gianfranco Ragusano e dalla palermitana Lucia Maniscalco: il primo ha redatto un progetto che prevede la realizzazione di una scultura a tuttotondo in bronzo che rappresenterebbe la fusione di due elementi: il busto di Fleres e lo stemma della Repubblica alle sue spalle; L’accostamento del simbolo al busto del carabiniere, per il progettista, fungerebbe da incoronamento ad eroe nazionale. Nella seconda proposta, ideata da Lucia Maniscalco, la scultura, riprodotta sempre in bronzo, raffigurerebbe la Madonna di Romitello nell´atto di sorreggere sulle ginocchia il corpo esanime di Antonio Fleres. Un accostamento alla pietà di Michelangelo, secondo l´interpretazione dell´artista palermitana, che simboleggerebbe il sacrificio del militare per la Madre Patria. Entrambe le proposte, che hanno già superato la prima selezione, saranno valutate nei prossimi giorni dai componenti di un tavolo tecnico istituito ad hoc. Particolarmente soddisfatto del successo che l´iniziativa ha riscosso l´assessore Franco Davì: “Siamo vicini all´intitolazione della piazza al nostro concittadino – ha esordito orgoglioso l´amministratore comunale – . Mi complimento con tutti gli artisti che hanno mostrato interesse nei confronti della nostra trovata, in particolar modo mi compiaccio con Ragusano e Maniscalco per l´elevato livello professionale e simbolico delle proposte. La parola finale – ricorda Davì – spetterà adesso ai tecnici che valuteranno quale fra le due migliori idee possa realizzarsi. Oltre gli artisti, voglio ringraziare chi ha proposto l’idea: mi riferisco all’Auser, al consigliere Giuseppe Panettino; un sentito grazie al Sindaco che ha creduto anche in questa idea – dice Davì – e che con fiducia continua ad offrirci la possibilità di collaborare con la sua amministrazione”.
Tra le iniziative di recente istituite dall´assessorato alla cultura – lo ricordiamo – anche la partecipazione alla rassegna nazionale “Ottobre, piovono libri”: il Comune di Borgetto, infatti, è stato inserito tra i centri italiani in cui per tutto il mese sarà possibile partecipare a manifestazioni e incontri culturali legati alla valorizzazione del sapere e del libro in se stesso. Nello specifico, a Borgetto sarà possibile continuare a donare testi e volumi di qualsiasi genere per l´ampliamento della dotazione della nascente Biblioteca Comunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.