Home » notizie

Sgominata banda di rapinatori, coinvolto un balestratese

29 giugno 2011 - 14:27 di redazione

C’è anche un balestratese nella banda di rapinatori in trasferta, sgominata stamani dalla polizia. Si tratta di Antonino Riina, 40 anni, residente in Via in via Cristoforo Colombo. Con lui sono finiti in manette i pregiudicati palermitani Luigi Saladino di 58 anni, Giuseppe Balsamo di 50 anni, Giuseppe Grilletto di 56 anni. Per tutti l’accusa è di rapina e sequestro di persona per reati compiuti prevalentemente in Toscana. Riina e gli altri, sono indagati per avere compiuto lo scorso 20 giugno, una rapina nella Banca Credito Cooperativo di Vignole, agenzia di Sovigliana nel Comune di Vinci, in provincia di Firenze. I banditi, con spiccato accento palermitano, in quell’occasione si fecero consegnare dal direttore 102 mila euro e, fuggirono dopo aver legato e rinchiuso alcuni impiegati in un locale della banca. Gli investigatori hanno compiuto gli arresti dopo avere visionato le riprese dalle telecamere a circuito chiuso. Grilletto e Riina sono stati bloccati nelle loro abitazioni; Balsamo e Saladino sul traghetto Napoli-Palermo. Nel portabagagli della loro auto c’erano due buste di plastica contenenti 23.060 euro e una maglietta utilizzata per compiere la rapina. I quattro sono stati rinchiusi presso la locale Casa Circondariale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.


---------------------------------------------------------------
Lascia il tuo commento
ATTENZIONE Ogni articolo può essere commentato liberamente dai visitatori del sito, senza necessità di registrazione. I commenti rappresentano il personale punto di vista dell’autore. Il sistema memorizza l’indirizzo IP che serve ad identificare il dispositivo dal quale è stato inviato il commento. Tali dati non vengono divulgati a terzi, ma solo alle autorità competenti in caso di violazioni. La redazione di Tele Occidente si riserva la facoltà di approvare i commenti rilasciati dagli utenti. Un commento non sarà pubblicato quando: - istighi all’odio o alla violenza, sia lesivo nei confronti di persone, istituzioni, aziende, religioni - possa arrecare danno a minori di età - contenga dati personali di terzi - utilizzi impropriamente il mezzo per promuovere o pubblicizzare attività commerciali. Se lasci un commento, dichiari di accettare queste condizioni.