Mar. Gen 21st, 2020

Alcamo, maxisequestro di marijuana nelle campagne ai confini con Partinico

16 chilogrammi di marijuana sono stati rinvenuti dagli uomini del commissariato di polizia di Alcamo, all’interno di un casolare che insiste nelle campagne della città al confine con il territorio di Partinico. In manette sono finiti i coniugi Paolo Mannina di 42 anni e Maria Luisa Gaeta di 47, entrambi pregiudicati alcamesi.  Il brillante risultato investigativo costituisce la sintesi degli sforzi operati dalla Polizia di Stato sul territorio alcamese nell’ambito di precise strategie mirate ad esercitare un capillare controllo del territorio, nonché sul fronte dell’attività repressiva e di contrasto al traffico di sostanze stupefacenti di ogni genere. Grazie ad alcuni controlli operati su strada, gli agenti hanno appurato come, la tratta Partinico-Alcamo avesse ripreso una sorta di vitalità   rispetto al transito di alcuni soggetti orbitanti nell’ambiente dello spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, la polizia ha monitorato gli spostamenti di Paolo Mannina che, inconsapevolmente, ha portato gli investigatori a far individuare il casolare, spesso meta di assuntori di droga.  I ripetuti servizi di appostamento operati dal personale del Commissariato li hanno indotti ad intervenire con un blitz proprio all’interno dell’edificio rurale, dove,  oltre ai suppellettili per ristoro occasionale degli avventori, sono state rinvenute  infiorescenze di mariujana messe ad essiccare per un peso complessivo di 16 chilogrammi che, se immesse nel mercato illegale dello spaccio avrebbero potuto fruttare circa 75 mila euro. Sequestrati, oltre alla canapa indiana, anche una bilancia per la pesatura ed altro materiale strumentale per il confezionamento. Paolo Mannina, dopo le formalità di rito, è stato rinchiuso al carcere Pagliarelli di Palermo. Per la moglie, Maria Luisa Gaeta è poi scattata solo la denuncia a piede libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.