Mar. Ott 15th, 2019

Partinico, “foto trappole”: 40 multe in 7 giorni per abbandono di rifiuti

A Partinico prosegue la stretta della polizia municipale contro l’abbandono dei rifiuti in strada, soprattutto nelle zone periferiche della città, dove le micro discariche, nonostante i costanti controlli, sembrano proliferare come funghi. Numerosi gli «sporcaccioni» immortalati dalle fototrappole mentre gettano i sacchetti dei rifiuti dalle auto in corsa. Altre 40 sanzioni amministrative (dopo le 60 di alcune settimane fa) di 600 euro ciascuna ,per un ammontare di 24 mila euro , sono state elevate dai vigili urbani nell’a rco di una settimana. E anche queste con l’ausilio delle fototrappole che riprendendo il numero della targa dell’a ut o da cui vengono lanciati i sacchetti, permettono di risalire al trasgressore, ossia al proprietario del veicolo. Ad essere prese di mira dagli incivili sono soprattutto le contrade periferiche dove vengono buttati rifiuti di ogni genere: vecchi mobili, suppellettili, materassi, elettrodomestici e persino sfabbricidi. E non c’è neanche il tempo di ripulire che dopo pochi giorni le stesse aree ritornano ad essere nuovamente invase da un indecoroso tappeto di rifiuti. «E dire che basterebbe fare qualche metro in più – afferma il comandante della polizia municipale Giuseppe Russo – e i rifiuti possono essere conferiti senza alcun costo al Le sanzioni ammontano a 600 euro, i trasgressori scovati con le fototrappole Centro comunale di raccolta di contrada Incastrona, alla periferia del paese. La situazione è diventata insostenibile. Ci appelliamo al senso civico degli appartenenti al proprio territorio, al fine di rispettare l’ambiente in cui viviamo e tutelare la salute pubblica. È certo che i controlli continueranno ad essere espletati quotidianamente con il supporto delle fototrappole che verranno spostate di continuo e che verranno installate anche nel centro urbano, dove purtroppo si verificano altri abbandoni di rifiuti». «È il caso di ricordare ancora una volta a tutta la cittadinanza – dice il commissario straordinario del Comune Rosario Arena – che questa amministrazione ha in corso una durissima azione preventiva e repressiva riguardo il fenomeno indecoroso dell’abbandono dei rifiuti. A fronte di tale attività sono state elevate numerosissime sanzioni amministrative che prevedono importi fino a 600 euro. Il Comune si avvale per tale controllo di fototrappole, telecamere, fotolaser che hanno già prodotto risultati eccellenti. In ogni società civile che si rispetti questi processi di controllo sono necessari laddove non si ricevono le risposte improntate sul senso civico e sul decoro urbano. È mia rigorosissima intenzione- conclude – raggiungere gli obiettivi prefissati per dare a questa città la dignità che merita». In questa lotta contro l’abbandono indiscriminato dei rifiuti sul territorio comunale, un valido apporto arriva anche dall’ispezione dei sacchetti gettati da chi non osserva le direttive della differenziata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.