Mar. Ott 22nd, 2019

Trappeto, polemica per ringraziamenti pubblici a “Forza Nuova”

E’ polemica a Trappeto per un post pubblicato su facebook, ma rimosso poche ore dopo,  dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Santo Cosentino, per ringraziare gli attivisti locali di Forza Nuova che hanno volontariamente ripulito alcune aree del paese. Un gesto in antitesi con la decisione della proprietà del social network di cancellare    Forza Nuova  sulla base dell’accusa di essere, insieme a Casa Pound, «organizzazioni pericolose», che «incitano all’odio» e promotrici di «azioni violente». Chiaramente, anche se rimosso, nelle ore in cui il post è rimasto on line, non è passato inosservato e da subito gli amministratori trappetesi sono stati bersagliati da critiche. “E’  inaudito –  ha scritto il presidente dell’associazione ambientalista San Cataldo Baia della legalità Francesco Loria – che si sponsorizzano associazioni politiche con dna fascista,  utilizzando i propri canali istituzionali». Mentre il consigliere comunale Salvo Randazzo scrive che “un amministrazione comunale con la pagina rappresentativa dell’ente locale non puà fare   ammiccamenti e ringraziamenti ad un partito politico di estrema destra che è stato annoverato da Facebook e da tutti i social network, a livello mondiale, tra i fomentatori di odio!?». Ad intervenire pure il sindaco di Capaci, Pietro Puccio che definisce: «Molto grave e preoccupante il fatto che questi messaggi partono dalle istituzioni. Dopo aver rimosso il post, nella stessa pagina facebook del comune di Trappeto è stato poi scritto che : «L’amministrazione comunale   ringrazierà sempre pubblicamente tutti coloro i quali, di qualsiasi parte politica essi siano, si adopereranno in iniziative gratuite di utilità sociale rivolte al benessere della comunità trappetese. Come ogni volta, tutto deve assumere un connotazione politica… solo per fare polemica!».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.