Gio. Ott 17th, 2019

Balestrate. Mare inquinato, il sindaco Vito Rizzo emana ordinanza di divieto di balneazione (Video)

Mare inquinato a Balestrate. Il sindaco Vito Rizzo ha firmato un’ordinanza con cui dispone il divieto di balneazione in alcuni tratti di costa davanti al  cimitero, all’ex colonia e alla foce fiume Jato. Le analisi dell’Asp, eseguite lo scorso  5 settembre, hanno infatti evidenziato l’”inquinamento microbiologico” delle acque. La nota del laboratorio è stata trasmessa lunedì 9 settembre all’Asp che di conseguenza l’ha inoltrata al comune di Balestrate. Ieri, il primo cittadino ha firmato il provvedimento e da stamani è online sul sito del comune. Lo scorso 27 agosto era stato registrato un consistente sversamento di liquami in mare all’altezza del depuratore e, sull’argomento, il prossimo 17 settembre, alle 18,30, si terrà un Consiglio urgente chiesto dall’opposizione. Non è escluso che, a determinare l’inquinamento microbiologico delle acque del mare di Balestrate, possa essere il malfunzionamento del depuratore comunale, gestito dall’Amap a cui il sindaco Vito Rizzo si è già rivolto per effettuare i dovuti accertamenti e procedere ad eventuali interventi di ripristino. Sulla vicenda, con una nota, interviene “Balestrate Partecipata” che evidenzia “palese immobilismo dell’amministrazione comunale. L’ordinanza emessa dal sindaco Vito Rizzo   è certamente un atto dovuto in considerazione dei prelievi dell’ASP competente. E’ tuttavia doveroso ricordare – prosegue la nota – che già tra ottobre e novembre 2018 avevamo denunciato lo stato di abbandono in cui versava il depuratore di Balestrate. Tali segnalazioni avrebbero dovuto portare il Sindaco a prendere le iniziative più opportune per mettere in mora AMAP, responsabile del funzionamento dello stesso. Al di là di banali lettere inviate ad AMAP non ci risultano altre iniziative, da parte dell’Amministrazione, capaci di incidere sulla tutela del nostro mare e sulla salute dei cittadini. Si è preferito, come al solito, navigare a vista. Nei giorni scorsi – continua la nota – avevamo proposto di dare vita ad un coordinamento tra i Comuni e le forze vive della società per istituire urgentemente un tavolo con Regione, Comunità Europea e le altre istituzioni interessate al fine di mettere in campo quegli interventi ormai non più rinviabili per la tutela dei cittadini del Golfo e del suo mare. Anche su questa proposta di buon senso l’Amministrazione continua ad essere silente, salvo poi invocare il riconoscimento impossibile, al momento, della “ Bandiera Blu “. Il riconoscimento della “Bandiera Blu” infatti richiede- come da noi più volte ribadito- programmazione e strategie adeguate che stentiamo a riconoscere in questa amministrazione. Il Sindaco e la sua Giunta dovrebbero sapere che amministrare costa fatica e necessita di quella autorevolezza essenziale per far rispettare gli impegni anche alle aziende che per conto del Comune operano. In mancanza di ciò – conclude il documento di Balestrate Partecipata – le consigliamo di farsi da parte”. Ma il sindaco Vito Rizzo nega ogni addebito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.