Gio. Ott 17th, 2019

Controlli antidroga della guardia di finanza in provincia e al porto di Palermo

Controlli antidroga della Guardia di Finanza nei confronti dei giovani che fanno uso di stupefacenti nelle zone di divertimento tipicamente estive. I baschi verdi si sono appostati sull’A29,  nei pressi dello svincolo autostradale di Capaci-Isola delle Femmine, per sorprendere chi portava la droga alla feste in spiaggia o nelle discoteche all’aperto. L’operazione di controllo ha permesso di individuare e denunciare un pusher. Si tratta del palermitano D.V. sorpreso con oltre un grammo di cocaina e più di 4 grammi di hashish. Altri 4 giovani, fermati in distinti controlli, sono stati segnalati alla Prefettura di Palermo quali assuntori, poichè rispettivamente trovati in possesso di modiche quantità di hashish per uso personale. Al porto di Palermo, invece, i militari del 1° Nucleo Operativo Metropolitano della Guardia di Finanza di Palermo ed i funzionari dell’Ufficio delle Dogane,  hanno fermato un cittadino tunisino appena sbarcato dalla nave “Catania” della Compagnia di navigazione Grimaldi, proveniente dal porto di Tunisi, cogliendolo in possesso di un ingente quantitativo di sigarette di contrabbando abilmente occultate all’interno della propria autovettura.Alla richiesta dei militari di dichiarare eventuali merci di rilevanza doganale, il soggetto ha consegnato spontaneamente due stecche di sigarette, in maniera del tutto inconsueta per l’eccessiva solerzia. Tale comportamento ha insospettito gli operanti, che hanno fatto prontamente intervenire l’unità cinofila “Arca” dei “baschi verdi” della Guardia di Finanza, specializzata nel rilevamento dei tabacchi, che ha “segnalato” diverse parti dell’autovettura. Nell’immediatezza, si è proceduto ad un’accurata perquisizione del veicolo all’interno del quale sono stati rinvenuti, occultati nel sotto-scocca, nel para-calore della marmitta, nel para-motore nonché all’interno dei sedili posteriori,  91 stecche di sigarette e 14 pacchetti di vari “brand” (Futura, Regina, King, Marlboro e Chesterfield), per un peso complessivo di oltre 18 chili e un valore di realizzo sul mercato stimato in 3.000 euro. Il soggetto, già noto alle Forze dell’Ordine per precedenti in materia di contrabbando, contraffazione e armi, è stato nuovamente denunciato a piede libero.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.