Gio. Ott 17th, 2019

Una ragazza e una bimba salvate dalle onde a Castellammare del Golfo e Trappeto

Due salvataggi in mare, ieri; uno a Castellammare del Golfo, l’altro a Trappeto. Nella cittadina trapanese, è stata tratta in salvo una ragazza che ha seriamente rischiato di annegare. Nonostante il mare fosse molto agitato e sulla spiaggia sventolasse la bandiera rossa, la giovane turista si è diretta in acqua, finendo sommersa dopo essere travolta dalle onde altissime. Ad accorgersi della ragazza in difficoltà è stato Giovanni Baiamonte, commissario della polizia municipale di Capaci libero dal servizio, che ha subito chiesto aiuto ai bagnini e agli altri bagnanti per formare una catena umana lunga diverse decine di metri.  Poi, avvalendosi di un salvagente legato ad una fune, sono riusciti ad agganciare la giovane e a riportarla a riva. “Nonostante la concitazione di quei momenti – ha detto il Commissario Baiamonte – sono riuscito ad ideare e realizzare un piano di emergenza rivelatosi efficace”.   Per la ragazza, non si è reso necessario il trasporto in ospedale: a parte la comprensibile paura, infatti, le sue condizioni di salute sono apparse subito molto rassicuranti. A Trappeto invece, nello specchio d’acqua antistante la spiaggia Casello,  una bimba di 10 anni è stata trascinata dalla corrente e sballottolata tra gli scogli.     La piccola,  sfuggita al controllo dei genitori, dalla battigia si era spinta troppo in avanti, non riuscendo più a tornare indietro, mentre le onde la trascinavano ad almeno a 50 metri di distanza dalla riva. Due uomini che si sono accorti di quello che stesse accadendo si sono subito gettati in acqua, per essere poi seguiti da un terzo bagnante e da due bagnini. I soccorritori sono stati sbalzati più volte contro gli scogli, ma alla fine sono riusciti a portare il salvo la bambina. Tutti sono stati trasportati al pronto soccorso dell’ospedale civico di Partinico per le lievi escoriazioni riportante durante le operazioni di salvataggio. Sono stati dimessi poco dopo. Fortunatamente, a parte lo chock, stanno tutti bene.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.