Mar. Ott 22nd, 2019

Castellammare del Golfo, turista modenese soccorsa dal Sass allo Zingaro

Nuovo intervento dei tecnici del Soccorso alpino e speleologico siciliano nella riserva dello Zingaro per una turista ferita. Ieri pomeriggio,  F.R., di 67 anni, proveniente dalla provincia di Modena, è scivolata sugli scogli a cala Disa procurandosi traumi ed escoriazioni, con una sospetta frattura alle costole e difficoltà respiratorie. Chiamata la centrale del 118, l’allarme è stato smistato al Soccorso alpino che ha inviato due squadre da Palermo. Raggiunta la ferita dal sentiero lato Scopello, i tecnici l’hanno sistemata sulla barella e trasportata a spalle fino alla piazzola di case Milazzo dove è atterrato un elicottero del 118 che l’ha caricata e trasferita a Palermo. Quello di ieri è il quarto intervento eseguito quest’anno dal Sass allo Zingaro, in virtù della convenzione stipulata nel 2016 con 118, Vigili del fuoco, Capitaneria di Porto e Riserva. Il 23 luglio due squadre della Stazione Palermo-Madonie erano intervenute nel tardo pomeriggio per soccorrere una sedicenne palermitana colta da malore in un sentiero sopra cala Disa. Ma, viste le sue condizioni e la distanza da percorrere con la barella caricata a spalle, avevano chiesto l’intervento dell’Aeronautica Militare, che aveva inviato sul posto un elicottero HH139 dell’82° Csar (Combat search and rescue) per prelevare la ragazza tramite verricello per trasferirla a Castellammare del Golfo, dove ad attenderla c’era un’ambulanza del 118 scortata dai carabinieri. Due giorni prima i tecnici del Soccorso alpino avevano prelevato un turista trapanese di 21 anni che si era lussato una spalla mentre si trovava in una caletta raggiungibile solo a nuoto. Per questo era stata necessaria un’operazione congiunta con un elicottero del 118 e un gommone della Capitaneria di porto di Trapani. Il 22 giugno, invece, le squadre del Sass erano intervenute per soccorrere un escursionista trentino di 38 anni colto da malore mentre percorreva un sentiero alto, sul versante di San Vito Lo Capo.  Lo scorso anno solo allo Zingaro sono stati portati a termine 9 interventi con altrettanti feriti, alcuni dei quali trasportati in elicottero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.