Sab. Ott 19th, 2019

Partinico, godeva dell’indennità di accompagnamento ma lavorava nel proprio podere (Video)

Falso invalido scoperto a Partinico. I carabinieri del comando provinciale hanno notificato l’avviso conclusione indagini preliminari e contestuale informazione di garanzia per truffa aggravata, a carico di F.F., un 61enne allevatore che per 12 anni ha beneficiato del riconoscimento dell’invalidità civile all’80 per cento e della relativa pensione, nonché dell’indennità di accompagnamento, arrecando un danno complessivo all’Inps di circa 85.000 euro. L’uomo ha simulato il proprio stato di malattia e una inabilità lavorativa, ma anche la necessità di assistenza continua per infermità di natura psichiatrica, diabete, cardiopatia, poliartropatia, broncopatia, incontinenza urinaria e neoplasia al pancreas. Un elenco di patologie mostrate in occasione delle visite effettuate dai sanitari della commissione medica per il riconoscimento dell’invalidità civile e, al fine di trarre in inganno dapprima i periti medici psichiatri nominati dal giudice e conseguentemente il giudice stesso nell’ambito del procedimento civile presso la Corte d’appello di Palermo. L’indagine, avviata nel marzo 2017, attraverso l’attività di osservazione, controllo e pedinamento, ha fatto emergere che l’uomo svolgeva presso l’azienda a lui intestata, lavori di fatica, tra i quali la coltivazione e la conduzione della stalla. Inoltre camminava autonomamente e guidava. Le indagini si sono concluse con il sequestro, presso gli uffici dell’INPS di Palermo, dei ratei di pensione di invalidità e di indennità di accompagnamento percepiti indebitamente dal falso invalido, fino alla data di sospensione o revoca degli stessi, in ottemperanza a quanto disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.