Gio. Set 19th, 2019

Partinico, paziente ruba telefono al medico al pronto soccorso e chiede soldi per restituirlo

Non ha resistito. La tentazione è stata più forte anche del malessere che aveva accusato e lo aveva fatto finire sul lettino del pronto soccorso. Quel telefonino, lasciato incautamente incustodito dal medico in servizio, era un’occasione ghiottissima per farci qualche soldo. E così non ci ha pensato due volte e lo ha preso. Del resto chi avrebbe mai potuto sospettare di lui: il paziente «cleptomane». Ha dell’incredibile, se non fosse vero, quanto accaduto la notte scorsa al pronto soccorso dell’ospedale di Partinico. Il paziente ladro mentre veniva visitato si è impossessato del telefono cellulare del sanitario che lo aveva lasciato momentaneamente incustodito. E non è finita. Perché dopo il furto, il giovane avrebbe contattato lo stesso medico, chiedendogli una sorta di «cavallo di ritorno». Gli avrebbe restituito il cellulare ma dietro il pagamento di 20 euro in contanti. A scoprire il tutto i carabinieri della compagnia di Partinico, che hanno arrestato, per estorsione, Francesco Pizzo, 18 anni, disoccupato e incensurato di Terrasini. E’ accaduto lo scorso venerdì pomeriggio, quando il giovane si è recato al pronto soccorso per un malessere. L’incontro per la restituzione del telefonino è stato documentato dai militari dell’arma, nel frattempo avvertiti dal medico. Così quando il giovane si è ripresentato in ospedale per restituire il telefonino in cambio dei soldi è scattatala trappola. I carabinieri lo hanno colto in flagrante e inchiodato il diciottenne alle sue responsabilità. Il giovane è stato tratto in arresto con l’accusa di estorsione. L’arrestato su disposizione dell’autorità giudiziaria è stato rinchiuso in attesa dell’udienza di convalida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.