Lun. Lug 22nd, 2019

San Cipirello, alcamese perde la vita in un incidente stradale

Incidente mortale, ieri pomeriggio, sulla strada provinciale che collega San Cipirello a Partinico. A perdere la vita, il sessantatreenne AlbertoVentura di Alcamo. L’auto su cui viaggiava, una Mercedes Smart grigia, si è capovolta all’altezza di una curva prima della diramazione per la provinciale 138 che conduce verso Camporeale. Ventura viaggiava in direzione di Partinico, intorno alle 15,40, quando, per cause ancora da accertare, l’auto si è ribaltata e l’uomo è stato sbalzato fuori dall’abitacolo. Nell’urto, infatti, il tettuccio panoramico in cristallo della vettura si è frantumato. L’uomo, rimasto schiacciato sotto la piccola city car, sembra sia deceduto sul colpo. A lanciare l’allarme sono stati un amico ed alcuni automobilisti di passaggio che, avrebbero anche tentato invano di soccorrere l’uomo che versava in una pozza di sangue. Fatale è stato l’impatto con l’asfalto. Sul posto sono giunti i paramedici del 118 ed i carabinieri di San Giuseppe Jato e San Cipirello. È stato necessario anche l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Partinico. Secondo una prima ricostruzione non vi sarebbero altri mezzi coinvolti nell’incidente. Non ci sono tracce, infatti, di scontri con altre auto. La Smart si è capovolta in un tratto di strada in discesa, all’altezza di una curva insidiosa. Ventura stava facendo ritorno da San Cipirello, dove aveva accompagnato un amico che doveva ritirare un’auto appena acquistata. Così per rientrare adAlcamo si era messo alla guida della due posti di proprietà dell’a mico che, lo seguiva sull’auto appena ac-quistata. Pochi chilometri dopo però il terribile incidente mortale. Le prime testimonianze farebbero ipotizzare un «errore umano». Ventura avrebbe perso il controllo della piccola auto nella curva, probabilmente anche a causa della pericolosità della strada. Il tratto in cui è avvenuto l’incidente è però uno dei pochi della provinciale 2 in cui il manto stradale non è dissestato. Poco prima e qualche metro dopo, invece, la pavimentazione è resa irregolare da diverse buche. E ad accrescere le criticità della strada è spesso lo stile di guida di tanti automobilisti e camionisti che la percorrono. Da anni, cittadini e amministratori comunali del comprensorio chiedono interventi sulla sp2: 15 chilometri di curve su un percorso collinare attraversato da migliaia di pendolari. La strada «San Cipirello-Partinico», insieme alla sp4, costituisce di fatto un unico asse viario che unisce il corleonese e la valle dello Jato con i comuni del Golfo di Castellammare e con l’aeroporto Falcone e Borsellino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © Tele Occidente - Riproduzione riservata | Newsphere by AF themes.