Dom. Set 15th, 2019

Partinico, continua il braccio di ferro tra i dipendenti Ato e il Comune

Continuano ad incrociare le braccia i circa 30 operai dipendenti dell’Ato rifiuti Palermo 1 in servizio nel comune di Partinico. Neanche di fronte alle parole del sindaco Maurizio De Luca, che ha preannunciato denunce per “interruzione di pubblico servizio”. “Abbiamo scoperto – dice Nino Bignardelli del sindacato Cildi – che i pagamenti per corrispondere lo stipendio di novembre, altro non sono che una semplice determina di impegno e liquidazione senza disponibilità di cassa. Per cui gli operai proseguiranno ad astenersi dal servizio”. L’amministrazione comunale replica sostenendo che : “il mandato di pagamento è stato fatto ieri in banca e che, quindi, i soldi ci sono. Considerando i tempi tecnici – dice l’assessore ai servizi ambientali Maria Grazia Motisi – saranno accreditati all’ato rifiuti il prossimo 21 dicembre, data in cui gli operatori ecologici potranno essere pagati”. Motisi non condivide la linea dura dei lavoratori visto che, nonostante le gravi difficoltà oggettive dell’ente locale sul piano economico, le fatture si stiano comunque pagando mensilmente. Intanto, sempre l’assessore Maria Grazia Motisi ha diramato una nota con la quale informa i cittadini che dal 20 al 27 dicembre prossimi, la piattaforma utilizzata per il conferimento dei rifiuti organici resterà chiusa per lavori di manutenzione. L’ente locale, per ovviare il problema, ha inoltrato alla Rap la richiesta di poter utilizzare la discarica di Bellolampo, ma ad oggi non ha ottenuto risposta. Così ha deciso di sospendere, anche in virtù dello stato di agitazione in atto dei dipendenti Ato, la raccolta dell’organico dal 20 al 29 dicembre. L’assessore Motisi confida infine nella collaborazione dei cittadini affichè conferiscano le frazioni di differenziata di carta, cartone, plastica, vetro e metalli presso il centro comunale di raccolta di contrada Incastrona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.