Mar. Nov 19th, 2019

Partinico, convalidati tre arresti per detenzione e coltivazione di droga

Convalidati dal gip del tribunale di Palermo gli arresti dei due fratelli partinicesi Francesco e Giuseppe Lo Monaco, rispettivamente di 22 e 24 anni, entrambi con pregiudizi di polizia, e della convivente di quest’ultimo , Alessia Giordano di 18. I tre indagati, per disposizione del giudice, rimarranno agli arresti domiciliari , dove si trovavano prima di comparire davanti al giudice. I tre giovani partinicesi sono stati arrestati lo scorso primo novembre al termine di un’operazione condotta dai carabinieri della compagnia di Partinico, con l’accusa di produzione e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. Nel corso di un’accurata perquisizione condotta all’interno dell’abitazione in uso agli indagati, avevano scovato più di tre chili di marijuana , già essiccata e pronta per lo smercio, occultata in varie parti dell’immobile. Una casa che sarebbe stata trasformata in una sorta di centrale per lo spaccio della droga. Un illecito affare, a conduzione familiare, scoperto dai carabinieri che con il loro blitz hanno messo fine all’illecita attività . Nel corso della perquisizione, erano stati rinvenuti anche due bilancini di precisione che sarebbero stati utilizzati per pesare <>. C’erano anche materiale per il confezionamento dello stupefacente e persino uno scanner che consente di rilevare i segnali radio. I tre congiunti oltre a nascondere in casa i tre chili di marijuana, si sarebbero occupati anche di coltivare lo stupefacente nel giardino annesso alla casa, dove c’era una pianta di cannabis , alta più di un metro e mezzo. Tutta la droga rinvenuta nell’abitazione a Partinico è stata sequestrata dai militari dell’arma e sottoposta alle analisi qualitative e quantitative da parte del personale del laboratorio analisi sostanze stupefacenti del comando provinciale dei Carabinieri di Palermo . Mentre per i tre familiari era scattato l’arresto per detenzione e coltivazione di droga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.