Lun. Lug 22nd, 2019

Balestrate,domani protesta in piazza contro i disagi per l’acqua: nell’aria una possibile class action

Domani sarà protesta in piazza per i disagi legati al servizio idrico. Da oltre due anni
infatti in paese si riscontrato continue ordinanze di non potabilità ed anche problemi
emergenziali legati all’insabbiamento di una delle sorgenti del paese. Da qui la nascita
di un comitato spontaneo d cittadini, a cui si stanno anche aggregando movimenti e
varie formazioni politiche, per il sit-in di sabato 29 settembre alle 17 in piazza
Rettore Evola. Tra le richieste del comitato al gestore del servizio idrico, l’Amap:
analisi continue e rapide sull’acqua, sconti sulle bollette per rimborsare i cittadini dai
disagi subiti in questi due anni e investimenti sulla rete idrica che quotidianamente
registra perdite e problemi. Per l’occasione sarà costituito un gruppo di lavoro che
incaricherà uno studio legale di aprire la vertenza verso il gestore Amap e inoltrare le
richieste formulate, cercando di raggiungere un accordo bonario. Balestrate è un
paese turistico con problemi di acqua da due anni. “Non siamo in Africa, non siamo
nel Terzo Mondo, siamo a Balestrate, nel bel mezzo del Golfo di Castellammare,
dove dall’estate del 2016 si verificano continuamente disservizi alla rete idrica e
l’acqua quasi mai è stata potabile – si legge in una nota del comitato -. Colpa di
problemi alla rete, di interruzioni, crolli, disagi legati a condutture vetuste e chissà,
forse anche al potabilizzatore. Fatto sta che nei giorni scorsi l’Asp ha rilevato alte
concentrazioni di batteri coliformi in alcune zone e il sindaco con una ordinanza ha
disposto la non potabilità. Poi all’improvviso, in un paio di giorni, le analisi sono
tornate a essere regolari nonostante i valori registrati fossero davvero elevati e
difficilmente in pochi giorno possono scomparire. Cosa è successo?”. Una situazione
anomala a dir poco, che continua ormai da troppo tempo e che ha spinto alla protesta.
Nessun simbolo politico in testa, solo adesioni da parte di associazioni, cittadini e
movimento politici. “Questa è una manifestazione spontanea nata dal basso –
aggiungono gli organizzatori –, il nostro interlocutore è Amap, ringraziamo
imprenditori, commercianti, associazioni, tutti coloro che hanno annunciato la loro
partecipazione. I cittadini balestratesi chiedono tre cose: acqua potabile e controlli
continui, un risarcimento in bolletta e investimenti sulla rete idrica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © Tele Occidente - Riproduzione riservata | Newsphere by AF themes.