Mar. Nov 19th, 2019

Amministrative, domani al voto i cittadini di quattro comuni del comprensorio

I cittadini di quattro comuni tra le province di Palermo e Trapani, sono chiamati al voto nella giornata di domani, domenica 10 giugno, per l’elezione diretta dei sindaci e dei consigli comunali di Partinico, Capaci, Torretta e Castellammare del Golfo. I seggi resteranno aperti dalle 7 alle 23. Lo spoglio elettorale avrà inizio subito dopo la chiusura delle urne e, a partire dalla mezzanotte, verrà seguito in diretta dalla nostra emittente televisiva, fino all’elezione dei sindaci.
Per votare, gli elettori dovranno essere muniti di tessera elettorale e di documento di identità in corso di validità.
Le modalità di espressione del voto cambiano in funzione della popolazione dei comuni.
Nei comuni fino a 15.000 abitanti, quindi Castellammare del Golfo, Capaci e Torretta, si può tracciare un segno solo sul candidato sindaco, solo sulla lista collegata al candidato sindaco o anche sia sul candidato sindaco che sulla lista collegata al candidato sindaco: in ogni caso il voto viene attribuito sia alla lista di candidati consiglieri che al candidato sindaco. Sarà eletto Sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti.
Nei comuni con più di 15.000 abitanti, in questo caso Partinico, si può tracciare un segno solo sul candidato sindaco e in questo caso il voto viene attribuito solo allo stesso;
tracciare un segno solo su una delle liste collegate al candidato sindaco o anche sia sul candidato sindaco che su una delle liste collegate allo stesso: in entrambi i casi il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista di candidati consiglieri;
si può anche esprimere il voto disgiunto, tracciando un segno sul candidato sindaco ed un altro segno su una lista non collegata: in questo caso il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista non collegata.
E’ eletto sindaco al primo turno il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50% più uno); qualora nessun candidato raggiunga tale soglia si tornerà a votare domenica 24 giugno per il ballottaggio tra i due candidati più votati. Le preferenze si esprimono scrivendo negli appositi spazi il cognome (oppure il nome e cognome in caso di omonimia) dei candidati consiglieri comunali della lista votata.
Nei comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti si può esprimere una sola preferenza.
Nei comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti è possibile esprimere due preferenze per i candidati a consigliere comunale, scrivendone il cognome nelle apposite righe tratteggiate poste al di sotto del contrassegno di lista. In caso di espressione di due preferenze, queste devono riguardare una candidata di genere femminile ed un candidato di genere maschile (o viceversa), pena l’annullamento della seconda preferenza.
Per rinnovare o chiedere il rilascio della tessera elettorale, l’apposito ufficio resterà aperto per tutta la durata delle operazioni di votazione, quindi dalle 7 alle 23, presso i comuni di residenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.