Dom. Gen 26th, 2020

Si allarga l’inchiesta Game over, altri 30 indagati

Si allarga l’inchiesta sul re delle scommesse Benedetto Bacchi. Ci sono altre 30 persone indagate per associazione a delinquere semplice, cioè non mafiosa, finalizzata all’esercizio abusivo di gioco e scommesse, truffa aggravata ai danni dello stato e riciclaggio. Un lungo elenco composto dai cosiddetti “personal joker” e dai “master” ovvero i responsabili delle decine di agenzie di scommesse che controllava il Re Mida del gioco on line.

Pedine fondamentali nell’impero che l’imprenditore partinicese, arrestato dalla polizia per concorso esterno in associazione mafiosa e un sfilza di altri reati, aveva creato nel giro di pochi anni.

Adesso tutti questi presunti complici-impiegati, ma anche veri e propri manager del settore, sono indagati a piede libero per associazione a delinquere.

“Personal joker” e “master” costituivano la spina dorsale della grande rete di agenzie controllate dall’imprenditore. Erano loro a gestire gli esercizi commerciali e si occupavano anche di ampliare i punti gioco e assicurare sempre nuova clientela.

“I personal joker – scrive il giudice Antonella Consiglio nella sua maxi ordinanza – subordinati ai master, vengono remunerati con percentuali che variano a seconda del portafoglio di clientela che vantano, inoltre percepiscono provvigioni sulle giocate effettuate dagli scommettitori.”

Secondo gli investigatori inoltre, i personal joker avevano anche un altro compito importante: movimentare denaro contante che poi spariva senza alcuna documentazione di tracciabilità. “E’ necessario evidenziare – si legge sempre nell’ordinanza – che la figura imprenditoriale del personal joker è quella di intermediazione tra il punto fisico di gioco e l’azienda, pertando è da ritenersi illegale, in quanto la legge prevede che lo scommettitore abbia rapporti diretti con i bookmaker senza mediatori.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.