Mar. Ott 22nd, 2019

Attestati di stima e reazioni in paese sull’operazione Cemento del Golfo

Numerosi attestati di stima nei confronti dei carabinieri del comando provinciale di Trapani, dei Ros e della compagnia di Alcamo per i risultati investigativi che ieri hanno portato all’arresto di 5 persone, vengono espressi da istituzioni e associazioni del territorio.

Oltre al plauso del sindaco di Castellammare del Golfo, Nicolò Coppola, si aggiunge quello del Presidente del Consiglio Comunale Domenico Bucca il quale a nome dell’intera assemblea civica mostra “gratitudine alla Magistratura, alle Forze dell’Ordine ed alla Direzione Distrettuale Antimafia per l’operazione Cemento Libero.

Anche l’associazione Cambiamenti, ha manifestato la necessità di ringraziare gli organi preposti, ma anche di congratularsi pubblicamente con   gli imprenditori onesti che, collaborando con la giustizia, hanno contribuito a rendere Castellammare del Golfo una città più libera. In una nota, l’associazione Cambiamenti, scrive che “il lavoro della magistratura e l’impegno dei singoli cittadini debba essere affiancato dalle azioni concrete della politica.

Una politica che dovrebbe ben guardarsi dall’intrattenere qualsiasi tipo di rapporto con certi ambienti; che miri a scardinare le logiche clientelari: le stesse che in passato hanno alimentato il potere mafioso e creato – prosegue la nota – il consenso necessario per ottenere successi elettorali”.

Nel documento, l’associazione Cambiamenti sostiene che sia “arrivato il tempo in cui, dalla politica arrivino risposte chiare, nette ed inequivocabili, che ci si sforzi in ogni momento per garantire la massima trasparenza e pari opportunità a tutti i cittadini”.

“L’infiltrazione mafiosa nella gestione della cosa pubblica – scrive ancora Cambiamenti –  può determinare l’impoverimento sostanziale del territorio e dei suoi abitanti, facendo sì che vengano rubati alla collettività i fondi destinati allo sviluppo economico e all’occupazione, soltanto al fine di far arricchire pochi prepotenti. E’ davvero triste – conclude l’associazione Cambiamenti, nella nota – pensare alle opportunità che sono state perse a causa di un sistema che rende tutto rischioso e difficile e che ha contribuito a spegnere le speranze di molti giovani, che sono dovuti emigrare per poter realizzare altrove i propri sogni. Da oggi abbiamo un motivo in più per sperare in un futuro migliore per il nostro paese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.