Mar. Ott 22nd, 2019

Gestione idrica, proroga all’Ato per 6 giorni. I lavoratori: “continueremo a garantire il servizio”

Continua l’occupazione della sede di Aps da parte dei 204 lavoratori del servizio idrico integrato mentre è giunta la notizia di una nuova ordinanza prefettizia di proroga del servizio idrico emessa per soli   6 giorni.  Ma i sindacati, condividendo la richiesta avanzata dalla curatela fallimentare di Aps, insistono perché si arrivi a una proroga di almeno 3 mesi. “La  curatela ha comunicato all’autorità d’ambito Aato Palermo 1 di non essere disponibile a proroghe di pochi giorni ma di essere  disponibile ad affittare il ramo azienda di Aps  per almeno 3 mesi – dichiarano i segretari di  Filctem Cgil, Femca Cisl, Ugl Chimici e Cisal Federenergia Franco Lannino, Giovanni Musso, Margherita Gambino e Raffaele Loddo, che condividono la posizione della curatela  – Pertanto il presidio in azienda  continua fino a quando, ci auguriamo entro le 18 di stasera,  non saranno definitivamente chiariti i termini della proroga”. Le sigle sindacali del settore  esprimono tutto il loro disappunto nei confronti delle istituzioni. “Nonostante le azioni di mobilitazione, i 18 giorni di sciopero dal 14 al 31 ottobre,  incontri a tutti i livelli per sensibilizzare la classe politica, alla soluzione del problema si arriva all’ultimo minuto. Con il risultato di una nuova ordinanza in emergenza. Invece  è assolutamente fondamentale tornare a una gestione ordinaria del  servizio idrico della Provincia di Palermo per garantire un servizio di qualità ai cittadini e la stabilità occupazionale dei lavoratori”. “La situazione è critica – dichiarano gli ex dipendenti Aps – noi continueremo a garantire il servizio idrico a 500.000 cittadini nonostante ciò, oggi la politica non ci ha dato alcuna certezza sul nostro futuro.
Non ci sarà interruzione del servizio idrico. Continueremo ad operare con mezzi propri, senza percepire lo stipendio da mesi e senza i dispositivi di sicurezza adeguati.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.