Mar. Ott 15th, 2019

Movida notturna, controlli dei carabinieri: sanzioni e denunce

Due persone denunciate per guida in stado di ebrezza, quattro per guida senza patente, sanzioni ad un pub e quattro segnalati come assuntori di stupefacenti. E’ il bilancio dell’operazione denominata “Notti Sicure” della compagnia dei carabinieri di Alcamo, guidata dal capitano Savino Capodivento, che nel fine settimana ha intesificato i controlli impiegando contemporamente 18 militari in strada in uniforme e abiti civili. I carabinieri si sono mimetizzati tra la folla nelle vie del centro storico per scoprire fenomeni illegali, mentre in strada sono state oltre 100 le autovetture controllate. Per guida sotto l’effetto di alcool, sono stati denunciati G.V., 23 anni di Mazara del Vallo e G.C. Di 22 anni alcamese. Per guida senza patente, sono stati sanzionati B. A. castellammarese di 23 anni, M. A. 22 anni di Calatafimi, T. G. alcamese di 49 anni e B. O. J. Tunisino di 44 anni. Un’ altra persone è invece stata denunciato per falso in scrittura privata: si tratta di G. P., trapanese di 32 anni sorpreso alla guida con un certificato assicurativo palesemente contraffatto. Nel corso della serata di sabato è stati effettuati controlli anche ai locali della movida notturna. Sanzionato il titolare del Chipito Wine Bar di Via Mazzini per riproduzione di musica ad alto volume senza autorizzazione. La legge infatti consente esclusivamente di riprodurre “musica di sottofondo all’interno del locale” .Infine, quattro ragazzi, sono stati segnalati alla Prefettura di Trapani quali assuntori di droghe poiché trovati in possesso di 6 grammi circa di “marijuana” ed di 1 grammo di “cocaina”. I controlli – fanno sapere i carabinieri di Alcamo – proseguiranno anche nei prossimi giorni, soprattutto nei fine settimana, per evitare le stragi del sabato sera e per verificare che i locali di intrattenimento siano in regola con la legge vigenti. In più occasioni i residenti del centro storico di Alcamo hanno lamentato infatti musica ad alto volume e schiamazzi fino alle prime luci dell’alba.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.