Mar. Ott 22nd, 2019

In un terreno confiscato alla mafia sorgerà la nuova area mercatale

In un bene sottratto alla mafia sorgerà la nuova area mercatale per la vendita diretta delle produzioni agroalimentari di qualità tipiche del territorio di Carini, Torretta e Giardinello. Si tratta di un appezzamento di terreno, di circa 5 mila metri quadri, che insiste nell’area industriale di Carini e che l’agenzia nazionale dei beni confiscati ha assegnato anni fa al Comune. Per bonificare il sito e trasformarlo in una piattaforma in cui trasferire anche il mercatino settimanale, l’ente locale ha partecipato ad un bando del Gal Terre Normanne, riuscendo ad ottenere il necessario finanziamento di 250 mila euro, dall’Assessorato Regionale all’Agricoltura attraverso i fondi europei. Le opere sono già state appaltate e aggiudicate alla arch project srl di San Giuseppe Jato. I lavori sono appena cominciati e saranno ultimati entro la fine dell’anno. Il progetto prevede lo sbancamento e il ripianamento del terreno, la definizione di una piccola costruzione esistente e la creazione di diversi servizi per gli standisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.