Lun. Nov 11th, 2019

Partinico, i danni del maltempo

Ha sfiorato i cinquanta chilometri orari, il forte vento che ha soffiato nella notte tra Natale e Santo Stefano in tutta la provincia di Palermo. A Partinico l’albero di Natale allestito in Piazza Duomo, è finito al suolo, poggiandosi su un lato. Addobbi e luminarie natalizie sono rimasti attaccati all’arbusto. Delicato, l’intervento eseguito dai vigili del fuoco in Via Ninni Cassarà, dove un ponteggio in lamiera montato per rifare il prospetto di una palazzina, è stato reso pericolante dalle forti raffiche di vento. I pompieri hanno lavorato diverse ore per mettere in sicurezza l’impalcatura e nello stesso lasso di tempo, i residenti della strada, sono stati costretti a restare chiusi in casa per scongiurare incidenti che avrebbero potuto compromettere la pubblica incolumità. In contrada Raccuglia, invece, il vento ha divelto un palo della Telecom che è finito su un sentiero. Moltissimi gli alberi sradicati e buttati giù dal vento, sia sulla Sp1 che sullo scorrimento veloce Palermo Sciacca. Ancora arbusti e tabelloni pubblicitari finiti sulla strada a Monreale, ad Altofonte, a Partinico e a Villagrazia di Carini. Un grosso abete a Pioppo, invece, ha tranciato i fili della corrente elettrica causando non pochi disagi. Ad Altofonte è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco per mettere in sicurezza alcune luminarie natalizie che, per il vento incessante, rischiavano di finire al suolo. Difficoltà anche per i collegamenti marittimi. Ad Ustica sia il traghetto che gli aliscafi sono rimasti ancorati in banchina a causa del mare mosso. Isolate anche le Eolie. I collegamenti sono stati sospesi per il mare agitato per il vento proveniente da Levante che ha creato disagi anche negli attracchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.