Mar. Nov 19th, 2019

Partinico, la polizia sulle tracce degli autori di un’incendio doloso

Si stringe il cerchio attorno agli autori dell’incendio doloso che, lo scorso 3 aprile, ha distrutto una limousine nuova di zecca a Partinico. Gli uomini del locale commissariato di polizia hanno recuperato le immagini registrate da alcune telecamere di sorveglianza presenti all’ingresso di alcune attività commerciali del centralissimo corso dei Mille. I poliziotti hanno già visionato i filmati e secondo alcune indiscrezioni, pare che ad agire sarebbero stati dei ragazzi incappucciati. Nessun dubbio, dunque, sulla matrice dolosa del rogo. Gli investigatori, comunque, non hanno fornito alcun dettaglio preciso per non compromettere le indagini in corso. Sviluppi sul caso potrebbero arrivare già nelle prossime ore. La vettura di lusso presa di mira dagli attentatori, era parcheggiata lungo Corso dei Mille, nei pressi del Monumento al Milite Ignoto. Il proprietario, Pietro Bono, commerciante del luogo, l’aveva recentemente acquistata ed importata dagli Stati Uniti d’America per noleggiarla in occasione di cerimonie e ricorrenze particolari. La supercar, lunga 12 metri, aveva ancora la targa statunitense.